Pagine

mercoledì 25 luglio 2012

ALTAROMA A/I 2012-2013- Il barocco contemporaneo di Abed Mahfouz



"Don’t be into trends. Don’t make fashion own you, but you decide what you are, what you want to express by the way you dress and the way you live."
(Gianni Versace)
Vitino di vespa, anche imbottite e fiori applicati, per la donna extra lusso di Abed Mahfouz


Ponte tra l'Oriente e l'Occidente, il couturier Abed Mahfouz torna ad AltaRoma a presentare la sua nuova collezione di Haute Couture. Reduce da riconoscimenti internazionali, che vedono le maggiori celebrities del mondo indossare i suoi sfarzosi abiti, Mahfouz per il prossimo Autunno/Inverno si ispira alle stampe barocche. Dettagli e miniature preziose, "Contemporary Baroque" è una collezione che ci porta in atmosfere antiche: castelli e palazzi d'epoca, con le loro tappezzerie, che vengono sapientemente trasferite sui capi, arricchite da dettagli in swarowski e pietre preziose, paillettes, piume di struzzo, tulle e pizzo. Un mood molto carico, ma non eccessivo. Per un barocco rivisitato in chiave moderna. Per una donna principesca e sofisticata, che indossa con naturalezza importanti abiti in mussola, organza e tulle, ricoperti di dettagli regali, come le mantelle fluttuanti o i fiori d'organza. Abiti da sogno, con queste nuvole che arricchiscono il decollete. Mahfouz predilige una silhouette a clessidra, per valorizzare le curve, con cinture in vita e uno stratagemma, come le anche imbottite, che aumentano il naturale effetto 'vitino di vespa', enfatizzando la differenza tra vita e fianchi. La palette ricalca i colori della natura, dal beige al pesca, al frosty green, viola ghiaccio, prerie sunset. Splendida la sposa, in un abito arricchito di cristalli. Abed Mahfouz piace perchè ridona all'Alta moda capitolina la prerogativa originaria: il sogno dell'Haute Couture, un lusso che emoziona e fa sognare. Mirabile anche il modo in cui enfatizza le curve femminili. Perchè l'Alta Moda è femmina.

© Foto di Michela De Nicola

Nessun commento:

Posta un commento