Pagine

mercoledì 5 settembre 2012

F/W 2012-2013 Fashion Trends- Gothic Style

"Fashion is so close in revealing a person’s inner feelings and everybody seems to hate to lay claim to vanity so people tend to push it away. It’s really too close to the quick of the soul."
(Stella Blum)
Suggestioni vittoriane come fashion trend per l'A/I
 
Inquietanti apparizioni, donne sibilline, pallide, quasi figure oniriche: così ci vuole il pret-à-porter per la stagione A/I 2012-2013. L'ispirazione è una: the Victorian Age, l'età vittoriana.
Da Jane Eyre, celebre protagonista dell'omonimo Bildungsroman di Charlotte Brontë alle immagini pittoriche dei Preraffaelliti: austere dark ladies in rigide uniformi con colletto stile educatrice o in lungo total black. Che sia pizzo o velluto, la moda ci vuole noir. Dimenticate ogni traccia di sex appeal: al bando scollature e simili.

Victorian dresses
Giles
Etro
"Thoughts of the Past", J.R.S. Stanhope, 1859, Tate Gallery, London
Vivienne Westwood
Mia Wasikowska in "Jane Eyre", 2011
 
Il mood è rigorosamente Puritano: consentite solo leggiadre trasparenze lasciate qua e là, tra i rigidi colletti abbottonati e le maxi gonne.
Cappe o mantelle, make up che predilige pallore e labbra scarlatte, capelli rigorosamente raccolti o intrecciati. E, ancora, gonne lunghe, camicie e austerity totale.
Una full immersion nelle atmosfere buie di "Cime tempestose", dalle apparizioni oniriche e spettrali viste da Vivienne Westwood -unica nota neoromantica in una collezione di chiara ispirazione Eighties- alle severe governanti viste da Valentino, Giles e molti altri.
 
"A Jersey Lily, portrait of Lillie Langtry", John Everett Millais, 1878
Valentino
Aquilano Rimondi
"The Keepsake", William Powell Frith
Givenchy
Marco De Vincenzo
"The Governess", Richard Redgrave, 1844
Gucci
Rick Owens
Gareth Pugh
 
Atmosfera barocca da Dolce & Gabbana, che riprendono il tema siculo, dei loro esordi, drammatizzandolo, in pieno stile gotico.
In un’epoca in cui abbondano scollature esagerate e volgarità dilagante, un ritorno al vedo-non vedo era auspicato da tempo.
Per novelle signorine Rottermeier.

Nicole Kidman in "The Portrait of a Lady", directed by Jane Campion, based on Henry James' novel
Dolce & Gabbana
Viktor & Rolf 
Victorian Silhouettes

6 commenti:

  1. complimenti per qst post...mi piace da sempre qst stile :)

    RispondiElimina
  2. Le sfilate di Gucci e Dolce&Gabbana sono state le mie preferite, complimenti per il post, hai fatto davvero un gran lavoro :)
    ti ho seguita su GFC, fai un salto da me, ovviamente se mi seguissi ne sarei entusiasta
    http://mypurpletale.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Federica!
      Ti seguo anch'io, un abbraccio!

      xx

      Elimina
  3. Happy Friday beautiful! http://trendytips-trendygirls.blogspot.com

    RispondiElimina